Home Page
Italiano      English      Español      Français



I minori scomparsi in Italia senza lasciare tracce

Piu' di diecimila minori kidnappati e squartati per il traffico di organi 
in Italia
di Melchiorre Paolo Gerbino, direttore della rivista Mondo Beat    -    leader storico della Contestazione

In Italia, dacché la chirurgia esegue trapianti di organi, più di 10.000 (diecimila) tra bambini e ragazzini/e si sono dileguati nel nulla. Si sospetta di una organizzazione che li abbia kidnappati e squartati per prelevare loro gli organi. Logica impone di dedurre che questa organizzazione sia il Vaticano.

Da cosa nascono i sospetti.

1 - In Italia, il Vaticano ha fatto oltremodo tollerare, tutelare, proteggere, gli zingari, sia dalla magistratura, che dalla polizia, che dalle amministrazioni comunali. Gli zingari sono quelli che hanno fatto il lavoro sporco di sequestrare le vittime. Che ciò abbiano fatto gli zingari è accertato, perché alcuni quindicenni sono riusciti a fuggire dalle roulottes degli zingari dove erano stati imprigionati. La stampa ne aveva scritto, ma il tutto è stato prontamente messo a tacere.

2 - In Italia, solo il Vaticano controlla i media a tal punto da potere fare calare una coltre di silenzio su episodi particolari, come questo dei quindicenni fuggiti dalle roulottes degli zingari, e sul fenomeno della scomparsa di minori in generale, un fenomeno così macroscopico e agghiacciante.

3 - In Italia, solo il Vaticano ha strutture (conventi, etc) e coperture (politiche, giudiziarie, poliziesche, della malavita) per cui da tutto il territorio si sono potuti fare scomparire migliaia di minori senza che ne restasse traccia.

A chi si chiedesse "Ma sono così importanti gli organi di minori, che il Vaticano si sarebbe spinto a tanto?!", voglio rispondere che sì, per il Vaticano lo sono, dato che gestisce nel mondo 123.000 (centoventitremila) cliniche ed è il leader assoluto nel settore del trapianto di organi. Sul mercato, rari sono gli organi di bambini e adolescenti, dato il loro basso indice di mortalità e pertanto, per fornire organi a figli di ricchi, si ricorre al kidnappaggio e squartamento di figli di poveri, in questo momento in maniera impressionante in India, dove i minori scomparsi ammontano a centinaia di migliaia.
Per logica, gli organi dei minori che scompaiono in India, in Nigeria, o altrove, nella stragrande maggioranza dei casi non possono finire che nella rete delle 123.000 cliniche del Vaticano sparse nel mondo. Su ciò non possono esserci dubbi. Il dubbio che può sussistere è se alcune di queste piccole vittime, in paesi come l'Italia, non siano state abusate da pedofili eccellenti della Chiesa, prima di essere squartate.

E qui 2 casi che hanno fatto notizia, tra i 10.000 su cui è calata la coltre del silenzio

I fratellini Pappalardi di Gravina.

A poche ore da quando erano scomparsi, il vescovo Mario Paciello si precipitò a tranquillizzare tutti: da sms e altre informazioni che aveva ricevuto, era certo che Ciccio e Tore stavano bene e si stavano divertendo a nascondersi.
I media locali facevano notizia con la nonna materna che accusava la figlia (la madre dei ragazzi) di averli nascosti in astio al marito, da cui era separata. Ma siccome non fu difficile costatare subito che la madre non li nascondeva, allora fu arrestato il padre e fu torchiato a tal punto che poi lo stesso denunciò il commissario di polizia che lo aveva interrogato.
Intanto quelli che li avevano kidnappati (della rete di zingari che con potenti macchine fuoriserie portavano i kidnappati ai luoghi dove venivano squartati per il prelevamento degli organi) avendo temuto questa volta di incappare in un posto di blocco, decisero di sbarazzarsi dei ragazzi e siccome non li potevano portare da mamma, li buttarono in una cisterna dove sarebbero morti di fame. Quando 20 mesi dopo la scomparsa i loro corpi furono ritrovati, non vuoi che il vescovo Mario Paciello, colui che subito dopo la scomparsa aveva dichiarato che Ciccio e Tore stavano bene e si divertivano a nascondersi, invece di essere arrestato fu incaricato di tenere l'omelia ai funerali?... E che disse nell'omelia il sant'uomo?... Disse che Ciccio e Tore non erano mai stati lasciati soli, perché accanto a loro c'era Gesù.

La bimba Denise Pipitone di Mazara del Vallo.
Processi cominciano e poi vengono subito sospesi. Come da copione, della scomparsa vengono incolpati familiari della vittima: come nel caso dei fratellini Pappalardi erano stati incolpati prima la madre, poi il padre, poi sarebbero stati incolpati i compagni di giochi, così, nel caso di Denise, viene ora incolpata la sorellastra Jessica.
E mentre nessuno trova il coraggio di dire alla sventurata madre: “Denise è stata sequestrata e squartata per prelevarne gli organi, come migliaia e migliaia di bambini e adolescenti in tutta Italia”, invece qualche buon prete le avrà messo tra le mani un crocefisso e l'avrà rassicurata che Denise è viva.

Per concludere

In Italia, il fenomeno della scomparsa misteriosa di minori è quasi del tutto cessato dopo che Melchiorre Gerbino, accusando a chiare lettere il Vaticano, ne scrisse incessantemente nel blog della Lega Nord "Fottilitalia" (ora non più attivo) e allorché Beppe Grillo riprese prontamente il tema nel suo Blog.
Poiché dal dicembre del 2006, data di quella campagna mediatica condotta da Melchiorre Gerbino e da Beppe Grillo, il fenomeno della scomparsa annuale di migliaia di minori non si è più verificato in Italia, si può dedurre con certezza di come sia stato il Vaticano, che ne era stato accusato, ad avere antecedentemente fatto kidnappare gli oltre diecimila bambini, ragazzini/e, di cui ancor oggi genitori e parenti con angoscia cercano invano le tracce.

Oltre diecimila minori kidnappati e squartati per il traffico di organi in Italia

Negli anni in cui oltre diecimila minori sono scomparsi in Italia, in Svizzera non ne è scomparso nemmeno uno! Italiani, noi non avremo dignità agli occhi del mondo finché non avremo lasciato del Vaticano pietre fumanti.

* * *