Home Page
Italiano      English      Español      Français


Melchiorre 'Paolo' Gerbino, leader del Movimento Mondo Beat


Claudio Fucci - Vololibero Edizioni - un delinquente incallito
di Melchiorre Gerbino


Il truffatore Claudio Fucci – Vololibero Edizioni
Con attitudine da delinquente incallito Claudo Fucci, boss della Vololibero Edizioni, continua a pubblicizzare e vendere il libro "Barbonia City"

Un tale Walter Pagliero, sponsorizzato in Italia e in Ecuador dall'Ordine dei Salesiani, ha pubblicato un libro sulla Tendopoli di Mondo Beat, nell'edizione italiana intitolato "Barbonia City", in quella spagnola "Melenudos City".
Essendo Walter Pagliero uno sciacallo sionista, apre il libro facendo le dovute incensate a Herbert Marcuse, che in verità con la Contestazione, nata da Mondo Beat e da Mondo Beat propagatasi, non ha avuto null'altro da spartire se non la parte di uno schifoso sciacallo
Lo sciacallo sionista Herbert Marcuse.

In "Barbonia City", dopo le incensate d'obbligo a Herbert Marcuse, il piccolo sciacallo sionista Walter Pagliero avrebbe stravolto la vera storia della Tendopoli di Mondo Beat e dei suoi personaggi e avrebbe ritagliato per sé una parte nobile nelle vicende di essa.
Ma in realtà Walter Pagliero non partecipò alla storia di Barbonia City, non ci mise mai piede, perché ai suoi tempi era in galera per una storia di hashish, come documentato in questo articolo del Corriere della Sera.

(Corriere della Sera - inizi di maggio 1967)
L'impostore Walter Pagliero
Walter Pagliero in galera per una storia di hashish ai tempi della Tendopoli di Mondo Beat

Immaginate che campagna infernale contro il Movimento Mondo Beat avrebbe fatto la stampa reazionaria, in primis il Corriere della Sera, se Walter Pagliero avesse messo un solo piede nella Tendopoli di Mondo Beat!

Comunque Melchiorre Gerbino, a nome di Mondo Beat, avrebbe preso allora ufficialmente le distanze da quanti erano stati coinvolti in quella storia di hashish che aveva portato Walter Pagliero in galera (dove sarebbe rimasto 8 mesi)

Melchiorre Gerbino allontana le trappole all'hashish dai giovani di Mondo Beat
Beat ma non drogati - Non di Mondo Beat quelli della droga

E dunque, 40 anni dopo quella storia di hashish, all'apparire di "Barbonia City", Melchiorre Gerbino avrebbe pubblicamente segnalato come questo libro fosse opera di un impostore.
Ma, benché sbugiardato, Walter Pagliero avrebbe continuato imperterrito a fare pubblicità a "Barbonia City", avrebbe promosso il libro in eventi organizzati dai salesiani, avrebbe persino dichiarato che egli non aveva voluto pubblicare nella rivista Mondo Beat (come se pubblicarci fosse dipeso da lui e non da Melchiorre Gerbino) perché s'era voluto votare con tutte le sue energie all'azione nella Tendopoli (!).
D'altra parte Claudio Fucci, boss della Vololibero Edizioni, all'apparire di "Barbonia City", sarebbe stato ufficialmente e pubblicamente informato da Melchiorre Gerbino di come Walter Pagliero fosse un impostore (qui), Ma Claudio Fucci avrebbe fatto finta di niente e avrebbe continuato a stampare, pubblcizzare e vendere "Barbonia City".

Barbonia City, scritto e diffuso per banalizzare e confondere la memoria di Mondo Beat
"Barbonia City": sponsor, l'Ordine dei Salesiani; autore, Walter Pagliero; editore, Claudio Fucci; agente coordinatore, Gianni De Martino.

Chi ha comprato "Barbonia City" denunci Claudio Fucci e la Vololibero Edizioni per truffa e chieda il risarcimento dei danni materiali e morali.


Melchiorre Paolo Gerbino, direttore della rivista Mondo Beat
e
leader storico della Contestazione



* * *