Home Page
Italiano      English      Español      Français


Roberto Saviano Roberto Saviano. Il Mashiach che aspettano gli ebrei?
di Melchiorre Paolo Gerbino, direttore della rivista Mondo Beat    -    leader storico della Contestazione

Secondo i parametri del Lombroso, la nuca di Roberto Saviano presenta caratteristiche abnormi, e certo Moana Pozzi non ci avrebbe strofinato le tette, ma questo avvalora appunto l’ipotesi che Roberto Saviano possa essere effettivamente il Messia che aspettano gli ebrei. Vero è che la materia sull’avvento del Mashiach è controversa, tanto che per molti ebrei il Mashiach è già arrivato ed è morto il 12 giugno 1994 e dovrà presto risuscitare (Menachem Mendel Schneerson), mentre per altri non è arrivato e per altri ancora è arrivato e si rivelerà a breve, e però tutti gli ebrei credenti concordano su quanto scritto ne "I Protocolli dei Savi di Sion", cioè che il Mashiach non vivrà in balia di passioni amorose, e questo è un punto innegabilmente a favore di Roberto Saviano, che quando uno lo vede a tutto può pensare tranne che a Giacomo Casanova.
Dice uno, ma, scusa, se Roberto Saviano fosse il Mashiach, non dovrebbe andare a predicare in Israele, almeno dire ai soldati israeliani che ai bambini palestinesi, morti o morenti a causa dei loro attacchi, non devono togliere gli organi per trafficarli? Invece di fissarsi su storie di Camorra?!... Beh, i superficiali e gli sprovveduti possono pensare così, non i saggi, perché il Mashiach non viene solo per gli ebrei, ma viene per mettere finalmente ordine in questo mondo, ovviamente facendolo governare dagli ebrei, e questo è il meno che si possa concedere agli ebrei, che sono il popolo eletto. Dice un altro, ma io, quand’ero in Africa, sentivo dire ai negri che sono loro la razza eletta. Questo, in verità, fa ridere i polli! Vogliamo mettere a confronto negri con ebrei?! E poi, oltretutto, gli ebrei hanno pure sangue negro, tant’é che hanno il naso camuso, come Saviano.
E dunque: sono maturi i tempi per l’avvento del Mashiach?... Certamente gli ebrei ci si sono preparati molto attivamente negli ultimi decenni. Vi si sono adoperati persino in India! Ricordo che negli anni '80 a Milano incontravo ebree di un’età compresa tra i 25 e i 30 anni che dicevano "Ho vissuto 5 anni in India"... "Sono stata 5 anni con un hindu"... tutte 5 anni, come in una sorta di ferma per riprodursi con gli hindu. Ovviamente non con hindu qualsiasi, ma selezionati, bramini in posizioni strategiche, cui queste fanciulle sioniste patriottiche venivano avviate perché li circuissero e si facessero inseminare. Nascevano così bambini ebrei in posti chiave, perché nasce ebreo chi nasce da madre ebrea e il padre non conta (come Roberto Saviano). Questa prima fascia di ebrei di padre bramino, di cui non conosco l’entità numerica, è oggi composta da individui di un’età compresa tra i 35 e i 45 anni, quindi al massimo delle loro potenzialità.
Lasciando da parte l’India e trascurando gli illusi africani che si credono loro la razza eletta e guardando al resto della situazione globale, che si vede altrimenti?
Si vede un’Unione Europea tutt’oggi aggiogata al carro USA e gli USA controllati sempre di più dai sionisti e si vede che nelle Americhe tutto quello che è a sud degli USA, se non è controllato dagli USA, come dire dai sionisti, è destabilizzato dal narcotraffico o è impegnato in effimere chisciotterie, con la sola eccezione del Brasile che tenta - dico tenta - un percorso serio di emancipazione... E i musulmani? Malauguratamente i musulmani, invece di combattere i sionisti, stanno combattendo tra di loro, sunniti contro sciiti, portando acqua al mulino sionista.
Insomma, al Mashiach, per conquistare il mondo, resterebbero gli ossi duri della Russia e della Cina, e difatti la Russia di Putin è sotto il martellamento costante dei media sionisti e della situazione in Cina penso quello che ho scritto qui Isn’t urgent for China to cut off diplomatic relations with Israel?
Sono dunque maturi o prematuri i tempi per l’avvento del Mashiach?
Non so rispondere a questa domanda. Certo è che i sionisti se la stanno giocando tutta, giocando anche e soprattutto a destabilizzare il mondo economicamente, con operazioni del genere "Tempesta Perfetta", come la definisce Nouriel Roubini fregandosi allegramente le mani.
E Roberto Saviano? Sì, potrebbe essere lui il Mashiach. Woody Allen, che ha letto "Gomorra", ha dichiarato che se ne è sentito profondamente ispirato.
Certo che, se fosse Roberto Saviano il Mashiach, noi italiani ne saremmo tanto orgogliosi, anche se suo padre non conta nulla.

* * *
Sumatra, ottobre del 2012