Home Page
Italiano      English      Español      Français


Jimmy Wales, the successful white trash
Jimmy Wales, lo straccione di successo


- Melchiorre Gerbino, Mondo Beat - Jimmy Wales, Wikipedia

- Melchiorre Paolo Gerbino
- direttore della rivista Mondo Beat
- leader storico della Contestazione


click here if you want to read this article in the English version

Dai tempi della pubblicazione in Rete della prima stesura della storia di Mondo Beat (2006/7) si sarebbe venuto a creare uno scontro ai ferri corti tra Melchiorre Gerbino e Wikipedia, che tuttora (2018) continua.
Melchiorre Gerbino non aveva fatto nulla per apparire in Wikipedia, ma era stata Wikipedia che a insaputa di lui aveva creato una voce con la quale lo si ridicolizzava: Melchiorre Gerbino - Wikipedia.
Melchiorre Gerbino avrebbe reagito a ciò, e quando quelli di Wikipedia ebbero capito che con lo scontro che si era venuto a creare con lui avrebbero avuto tutto da perdere e niente da guadagnare, fecero scomparire dalla Rete la voce "Melchiorre Gerbino - Wikipedia". E colui che si era divertito a compilare questa voce derisoria, tale Luca Sileni, in codice Wikipedia utente Senpai, che allora si apprestava a diventare direttore di Wikimedia Italia, da allora va camminando carponi, mentre dal culo gli fuoriesce una cascata di rottame informatico, per i calci che gli ha assestato il suo boss, Jimmy Wales, che da Melchiorre Gerbino sarebbe stato attaccato con uno scritto pubblicato nel suo sito Internet e mandato per email a centinaia di docenti universitari italiani: Wikipedia: a noi la borsa, a voi il resto della storia!.
E però non si sarebbe conclusa lì la vicenda, perché in Wikipedia avrebbero continuato a maneggiare e rimaneggiare dati sulla storia di Mondo Beat e su quella personale di Melchiorre Gerbino, con l'evidente risultato di averle amputato, banalizzato, mistificato.
Se si vuole averne evidenza, basta leggere quello che in Wikipedia sta scritto su un film del 1968, "Il Profeta", regia di Dino Risi, con Vittorio Gassman che interpretava Melchiorre Gerbino, leader della Contestazione, allo scopo di ridicolizzarlo. Il regista Dino Risi, alcuni anni dopo avere girato Il Profeta avrebbe dichiarato che quello era il film più disgraziato della sua carriera, tanto che se ne vergognava e non voleva parlarne, ma se si va in Wikipedia a leggere quello che vi si scrive su questo film, nella presentazione in inglese si leggerà: ...it's one of those movies from the master of Italian comedies to re-discover absolutely. Exquisite, swinging, smart, this film appeared to be an hilarious mirror of some of the most pregnant clichés of the occidental modernity...

A film aimed to ridiculize Melchiorre Gerbino as the leader of the Contestation
The Prophet

E non si cita Melchiorre Gerbino, anche se il film è stato realizzato per ridicolizzare lui, perché i monsignori del Vaticano non vogliono che si citi Melchiorre Gerbino in nessun caso, venendo loro soprassalti, palpitazioni, disturbi di stomaco, a sentire di Melchiorre Gerbino e della Contestazione, perché torna loro in mente quella femminista che entrò nella Basilica di San Pietro reggendo il cartello "L'utero è mio e lo gestisco io".
Ma c'è di peggio. Se in Wikipedia si va alla voce "Contestazione", non viene citato Melchiorre Gerbino che ha formulato la terminologia della Contestazione e ha condotto la Contestazione al battesimo di fuoco, ma vengono citati personaggi comunisti e organizzazioni comuniste, cioè quelli che hanno tradito la Contestazione. E difatti i comunisti hanno tradito la Contestazione prima in Italia, ai tempi della Tendopoli di Mondo Beat, Barbonia City, quando hanno fatto buon viso al Governo Moro che, agli ordini del Vaticano, la fece distruggere dai militari; poi hanno tradito la Contestazione un anno dopo in Francia, quando si sono schierati contro gli anarchici per proteggere l'inquinatore nucleare Charles de Gaulle.
E non starò qui a colmare le omissioni fatte apposta in Wikipedia sui rapporti tra Melchiorre Gerbino e Giuseppe Pinelli, che hanno creato le condizioni per fare propagare la Contestazione da Mondo Beat alla massa. Per chi volesse saperne, ne trova ricostruzione documentata e illustrata: qui.
E ora cerchiamo di fare intendere cosa sia Wikipedia.
Per non essere oscurata o intralciata nel suo business, Wikipedia è compiacente con il potere ovunque, pertanto quello che vi si legge di storia recente o attuale è sottile propaganda di gruppi di potere.
Per quanto concerne i dati non sensibili, cioè i dati che non cadono sotto il controllo di potenti e prepotenti, pochi vengono verificati con criteri accademici, ma in massima parte sono forniti da personaggi insignificanti che si sono affannati ad apparire in Wikipedia nell’illusione di restare eternati. Questi personaggi insignificanti magnificano la loro immagine e i loro prodotti in Wikipedia, comportandosi di fatto da impostori. Costoro, che in enciclopedie serie non appaiono manco da lontano, in Wikipedia sono una miriade. Perché mai vi sono accolti? Perché fanno versamenti in denaro, definiti eufemisticamente donazioni, che Wikipedia sollecita continuamente e Jimmy Wales, il suo boss, incassa direttamente. Questi personaggi insignificanti a loro volta invoglieranno altri personaggi insignificanti ad apparire in Wikipedia, e pure quelli avran fatto donazioni, ed è così come Jimmy Wales fa una montagna di soldi.
Ma il lato sconcertante è che questi personaggi insignificanti entrano a fare parte dell’organico di Wikipedia, col titolo di "utenti", e possono intervenire in qualsiasi voce di questa sedicente enciclopedia, apportando modifiche, rettifiche, aggiunte, cancellazioni, insomma, a scrivere in Wikipedia o a toglierci quel che gli pare e piace.
Per altro verso, persone famose appaiono in Wikipedia a loro insaputa e hanno la scocciatura di doverci intervenire per rettificare quanto di improprio vi viene scritto che li riguardi e sembra proprio che Wikipedia pubblichi apposta disinformazioni su gente famosa, allo scopo di farsi alimentare.
In verità, Wikipedia non è un’enciclopedia, ma una ben congegnata truffa economica e ideologica, perpetrata da Jimmy Wales a danno degli standards dell’Enciclopedia che la Rivoluzione Francese ci ha lasciato come fonte cui attingere per l’istruzione obbligatoria.
L’Enciclopedia fu compilata ai Lumi del Sapere e coi tagli netti della Ghigliottina.
Se è vero che gli Stati Uniti d’America devono molto della loro Indipendenza alla Rivoluzione Francese, allora Jimmy Wales, che non è un enciclopedico, ma uno straccione da internet café che per far soldi calpesta gli standards dell’Enciclopedia, andrebbe ghigliottinato in Times Square a New York. La testa mostrata dal boia alla folla. Il video alle scolaresche.

Il boss di Wikipedia simbolicamente ghigliottinato dal leader della Contestazione
Melchiorre Gerbino, leader della Contestazione, ghigliottina simbolicamente Jimmy Wales, boss di Wikipedia.


Storia di Mondo Beat - Home Page