Home Page
Italiano      English      Español      Français

Prefazione

I pionieri degli Anni 60, Mario Savio, Bernhard De Vrie, Melchiorre Gerbino, e i movimenti che da essi avrebbero preso spunto e si sarebbero sviluppati, non volevano conseguire il potere, ma mettere in crisi quello esistente, perché si realizzassero le condizioni per una società umana più progredita.
Il nostro disinteresse a volere conseguire il potere fu capito dalla gente, che perciò prestò particolare attenzione a quanto ci motivava e lo recepì a livello di massa.
E difatti dagli Anni 60 s'è venuto a creare un rapporto nuovo nella Storia, la coscienza di massa avendo condizionato il potere costituito o avendolo messo in crisi, a cominciare dall'inquinatore nucleare Charles de Gaulle, e da lì, attraverso tanti episodi storici, fino ai recenti moti contro i tiranni delle società islamiche e agli attuali moti dei gilets jaunes in Francia e in altre nazioni dell'Unione Europea (dicembre 2018).
Negli Anni 60 furono messi a punto i modelli di una rivoluzione nonviolenta che sarebbe diventata inestricabilmente intrinseca agli sviluppi del Villaggio Globale.


Storia di Mondo Beat. Capitolo 1